Estate. La stagione dei tatuaggi

L’estate è il momento migliore per esibire i tatuaggi fatti durante l’inverno.

Chi ha deciso di farsi un tatuaggio, in estate può finalmente mostrarlo a tutti.

L’abitudine di tatuarsi qualcosa sul proprio corpo è ormai legato ai tempi che furono, quando già nelle tribù indiane il tatuaggio rappresentava un segno di appartenenza. Pocahontas docet!

Il tatuaggio ha però subìto un lunghissimo periodo di tabù. Già i nostri genitori aberravano all’idea che i loro figli potessero decidere di farsi un tatuaggio.

Le cose però oggi sono cambiate: i figli hanno fatto i tatuaggi, nonostante i genitori aberrassero all’idea, e oggi siamo cosparsi di segni identificativi e messaggi criptici tatuati sul corpo. Anche perché, diciamocelo, il tatuaggio può anche essere sexy e sicuramente di tendenza.

Così, con la bella stagione, la manica corta e il calzoncino ristretto, siamo smaniosi di portare fuori i nostri bei tatuaggi!

Come scegliere un tatuaggio?


Innanzitutto il consiglio più importante è quello di non tatuarsi mai il nome della fidanzata o del fidanzato: questi vanno e vengono e molti vip fanno storia in merito.

Se si opta per la famiglia, meglio regolarsi su simboli e immagini riguardanti i genitori o i figli. Siamo sicuri che il tempo non potrà mai cambiare questo rapporto di parentela.
La Donna Riccia. Tattoo

Io ho infatti optato per simboli e segni zodiacali delle mie figlie.

Qual è il posto del corpo dove è meglio tatuarsi?


Per esperienza vi dico che tatuarsi qualcosa sull’addome fa tanto “figo” quando sei ragazzina e non hai problemi di pancetta. Dopo la o le gravidanze, il tatuaggio lievita per rientrare nei ranghi poi. Ma questa fisarmonica non sempre porta il tatuaggio ai risultati originari. Per cui se non siamo sicure di esporre in futuro l’addome con la stessa disinvoltura dei tempi che furono, allora meglio optare per altre zone del corpo.

Se poi non vi interessa il fisico che si trasforma, allora il tatuaggio sull’addome ricordatevi che ha sempre un suo perché!

Le zone del corpo meno dolorose dove tatuarsi.


Avendo sperimentato un po’ di posti, vi posso dire che il posto meno doloroso in assoluto è dietro l’orecchio. In generale le zone del corpo più callose, dove c’è meno carne, sono quelli più indicati per farsi tatuare senza sentire troppo dolore.

Poi è tutto relativo alla soglia del dolore che ciascuno di noi ha.

I tatuatori consigliati.


Per chi risiede a Milano, sicuramente il top è T-ShockTattoo: puliti, competenti e l’inchiostro usato non è ancora sbiadito dopo ormai 3 anni.

Non posso non annoverare anche il mio amico Giulio DemonTattoo, per quelli che si trovano a Napoli e dintorni. Farsi tatuare da lui non solo significa affidarsi ad un vero e proprio artista, ma anche trascorrere qualche ora in allegria grazie alla sua simpatia.
La Donna Riccia. Tattoo

Leggende metropolitane sui tatuaggi.


Da quando ho fatto il primo tattoo il consiglio che mi sono sentita ripetere più volte è quello di assicurarsi che il numero dei tatuaggi fosse sempre dispari. Sembra che porti sfortuna avere un numero pari di tattoo. Io ho sempre seguito questa pseudo regola, un po’ come quando ti passa il gatto nero davanti e cambi strada. Sai che in fondo è uno stupido condizionamento, però ti gira sempre nella testa la frase “non è vero, ma ci credo”.

Idee per un tatuaggio femminile.


Spulciando su pinterest ho trovato questo link che potrebbe essere di aiuto a chi ha intenzione di farsi un tatuaggio nei prossimi mesi.

Un ultimo consiglio, i tatuaggi non devono mai essere fatti d’estate quando poi ci si espone al sole. La pelle potrebbe risentirsene e anche se vogliamo il nostro segno distintivo, non dimentichiamo di prenderci cura sempre della nostra pelle.

Commenti